Dogliani DOCG

Con la vendemmia 2011 il classico Dolcetto di Dogliani Doc diventa DOCG.
Nasce dai vigneti Einaudi posti sui bricchi di San Luigi, San Giacomo e Madonna delle Grazie in Dogliani. Tradizionale vino che nel doglianese raggiunge la sua massima espressione, rosso rubino con profumi fruttati, sapori freschi di piccolo frutto rosso, ammandorlato nel finale. Otto mesi di maturazione in vasche di acciaio e due mesi in vetro ne completano l’affinamento.
La produzione conta circa 150.000 bottiglie all’anno.

I vitigni

Varietà: Dolcetto
Portainnesto: 420 A / SO4
Densità: 4500 viti/Ha
Sistema di allevamento: Guyot

I vigneti

Zona: Comune di Dogliani (Cuneo)
Località: San Giacomo, San Luigi, Madonna delle Grazie – 350m
Terreno: marnoso-argilloso-calcareo
Esposizione: Sud-Est/Sud/Sud-Ovest
Area vitata: 23,00 Ha
Anno di impianto: 1941/2010

La Vinificazione

In vinificatori d’acciaio, con controllo della temperatura di fermentazione (28° C), svinatura dopo 4-5 giorni, travasi e malolattica completata con il mantenimento della temperatura. Numerosi travasi durante la maturazione in vasche d’acciaio, imbottigliamento a fine primavera e rilascio in estate.

Scarica scheda PDF

Vigneti di provenienza di questo vino